Che cos’è?
È uno strumento che mira a inserire le persone in modeste attività al fine di impegnarle parzialmente durante la giornata, dietro corrispondenza di un modesto contributo. Ha una valenza fortemente sociale e comunitaria, nel senso che la persona esclusa dai processi produttivi, si mette al servizio della propria comunità.

A chi è rivolto?
Sono ammessi al servizio civico:
-    persone residenti adulte disoccupate, anziani in buone condizioni psico-fisiche ed in età non superiore ai 75 anni;
-    persone residenti riconosciute invalide civili, con capacità lavorativa residua o limitata in relazione alla disabilità.

Come si accede?
Si accede tramite domanda all’assistente sociale, la quale verifica la sussistenza dei requisiti di accesso, che consistono in aspetti economici (Isee inferiore al reddito minimo), sanitari e sociali.

Quali attività svolge il servizio civico?
Le attività sono quelle di tipo sussidiario ad alcuni servizi comunali quali:
-    servizio di vigilanza, manutenzione e salvaguardia dei parchi e giardini;
-    servizio di custodia, vigilanza e manutenzione, pulizia, apertura e chiusura di strutture pubbliche;
-    accompagnamento negli scuolabus;
-    servizio e aiuto a disabili e anziani;
-    servizio di piccole manutenzioni domestiche e degli edifici pubblici;
-    preaccoglienza nelle scuole;
-    altre attività individuate dal Comune.

Per quanto tempo può essere svolto?
L’intervento occupazionale può essere previsto per tre o quattro ore al dì, per massimo sei mesi all’anno.