Tassa rifiuti (TARI)

La Tari è la tassa rifiuti per i servizi di raccolta, trasporto e smaltimento/recupero dei rifiuti urbani.

Si compone di una parte variabile, determinata dal numero degli occupanti, e di una parte fissa, ottenuta moltiplicando la tariffa per la superficie calpestabile.

La tassa comunale sui rifiuti è dovuta da chiunque possiede o detiene locali o aree scoperte operative a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani o assimilati, esistenti nel territorio del Comune di Palmanova. Il contribuente ha l’obbligo di denunciare l'inizio, la variazione o la cessazione di utilizzo – conduzione o detenzione – di locali o aree scoperte operative entro 60 giorni dalla data del verificarsi dell'evento.  

 

La gestore del servizio di raccolta rifiuti è affidata a NET spa (netaziendapulita.it)

Per consultare la carta dei Servizi, clicca qui, e per informazioni e contatti, clicca qui.

 

Per il 2020, il pagamento è fissato in due rate, con scadenza rispettivamente il 31/10/2020 e il 15/12/2020.

 

A decorrere dal 1° gennaio 2014 è istituita in tutto il territorio del Comune di Palmanova la Tassa sui Rifiuti (TARI), a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati avviati allo smaltimento.

La normativa che regola l'introduzione della Tassa sui Rifiuti viene sinteticamente riportata nel seguito:

  • Legge n. 147 del 27 dicembre 2013 e s.m.i., art. 1, commi 639 e seguenti denominata "Imposta Unica Comunale".
  • Il D.P.R. n. 158 del 27 aprile 1999 "Regolamento recante norme per la elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti" che definisce componenti e tariffa di riferimento sulla base della quale deve essere determinata la tariffa per la gestione del ciclo dei rifiuti