Inizio dell’anno scolastico a Palmanova

Alla scuola primaria, ingressi separati per le classi e Area Genitori. Le classi 1^, 2^ e 3^ entrano dall’Area verde del Parco

Le 4^ e 5^ da davanti alla Polveriera. Martines e Danielis: “Nel rispetto delle regole, limitiamo gli assembramenti di bambini e genitori”. Doposcuola e mensa, partiranno da metà ottobre.

 

Mercoledì 16 settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, verrà attivato un piano per la  gestione contingentata degli ingressi, così come previsto dalle normative anticontagio.

Alla scuola primaria di Palmanova, il piano prevede un ingresso dedicato ai bambini delle prime tre classi, 1^, 2^ e 3^, nella area retrostante la Polveriera Napoleonica Foscarini. Qui verranno allestite sette aree di attesa delimitate, una per ogni sezione: in ognuna di queste i genitori potranno accompagnare i propri figli per poi recarsi all’attigua area verde dedicata. Poco prima dell’inizio delle lezioni, gli insegnanti prelevaranno le singole classi. All’uscita dalle lezioni avverà il processo inverso: le classi verranno singolarmente accomapagnate alle aree delimitate, da dove, uno alla volta, in presenza degli insegnanti, i bambini potranno ricongiungersi ai propri cari stanziati nell’Area Genitori.

Per le classi 4^ e 5^, l’area di accoglienza sarà invece allestita nella zona antistante la Polveriera Foscarini. Qui saranno segnalate quattro aree, una per ogni classe, dove i ragazzi attenderanno l’arrivo degli insegnanti: accompagnati, accederanno alla scuola da un secondo ingresso.

Per i primi giorni di scuola, i volontari della Protezione Civile comunale aiuteranno la Polizia Locale nella procedure di accesso alla scuola e gestione della viabilità.

Il servizio di scuolabus sarà attivo già dal 16 settembre. Verranno utilizzati mezzi più grandi per compensare le restrizioni sulla capienza massima previste dalle disposizioni ministeriali.

“Con questo piano abbiamo cercato di fare il possibile, nel rispetto delle norme anticontagio, per limitare al massimo la formazione di assembramenti tra bambini e genitori di classi diverse. Chiediamo ai genitori di seguire le indicazioni presenti e di distribuirsi il più possibile nell’area a loro dedicata, in attesa dell’ingresso dei bambini alla scuola”, così il Sindaco Francesco Martines assieme alla vicesindaco e assessore all’istruzione Adriana Danielis.

L’ingresso per gli allievi della scuola secondaria di primo grado sarà similare a quello degli anni scorsi, attraverso un corridoio di accesso dedicato, posto nei pressi dell’area verde.

Il servizio di Doposcuola partirà in una seconda fase, presumibilmente dal 12 ottobre, con il completamento dei lavori di allestimento della Polveriera Foscarini, adibita, in questa fase emergenziale, ad area mensa.

In occasione della sessione referendaria, prevista per il 20 e 21 settembre, tutte le undici classi delle scuola primaria saranno a casa da scuola nelle giornate di lunedì e martedì. Nella secondaria le lezioni si svolgeranno regolamente, senza interruzioni.

“Abbiamo cercato di limitare i disagi legati alla presenza dei seggi, dedicando solo la struttura della primaria al referendum. In questo modo i ragazzi della secondaria potranno frequentare regolarmente le lezioni. Nonostantre i tentativi, altre strutture non scolastiche non erano idonee all’impegno elettorale”, concludono i due amministratori comunali.