BET Festival – Bandiere e Tamburi

“Ripartiamo dalla cultura dell’incontro”. Dal 18 al 20 settembre 2020 la prima edizione del BET Festival a Palmanova

 

Dopo sei anni di manifestazioni itineranti nel Nordest l'evento "Bandiere e Tamburi" torna a Palmanova con una sua evoluzione progettuale. Insieme alla tradizionale manifestazione che unisce gruppi regionali e nazionali, nasce la prima edizione del BET FESTIVAL con proposte culturali e nuove occasioni di comunità grazie al sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Comune di Palmanova.

 

Il Gruppo Sbandieratori di Palmanova sta lavorando a stretto contatto con Andrea Ciommiento, invitato a curare la direzione artistica di questo evento: “Abbiamo immaginato questa prima edizione come un progetto culturale aperto a persone di tutte le età. Proprio in un momento come questo ripartiamo dalla cultura dell'incontro (seguendo tutte le regole sanitarie richieste) con laboratori di costruzione maschere, bandiere e percussioni, spettacoli dal vivo, djset e coreografie collettive”.

 

Insieme ai gruppi partecipanti del Friuli Venezia Giulia, Veneto, Marche ed Emilia-Romagna, sono state coinvolte attivamente le associazioni locali di Palmanova (LiberMente, Banda Cittadina, Accademia Musicale, Circolo Cultura “N. Trevisan”, In Hoc Signo Tuta) con incontri letterari e musicali legati alla Storia del Friuli.

 

Sono state diffuse su internet, tramite i canali social del progetto (Facebook e Instagram), le dirette streaming video con alcuni ospiti in programma, tra i quali David Benvenuto e Marco Tonus con la serata “Mataran: la satira fatta in casa” e Combusta Revixi con lo spettacolo di bandiere “Il Piccolo Principe”. Un modo informale per raccontare i volti e le relazioni dietro a un evento simile. La comunicazione sul web proseguirà con il diario di bordo fatto di interviste e racconti della redazione “Mongolfiere Tascabili”.

 

È stata data inoltre particolare attenzione alle proposte laboratoriali con formatori riconosciuti in Italia e all’estero: dai laboratori di costruzione di maschere teatrali insieme ad Andrea Cavarra e alla compagnia Zorba Officine Creative di Milano (tra le collaborazioni la Royal Shakespeare Company e artisti come Paolo Rossi) fino al workshop di percussioni del mondo per le famiglie con Roberto Kirtan Romagnoli, attore e musicista, costruttore di percussioni a cornice, tra i maestri liutai di St. Chartier (Francia).

 

Per l’intera durata del festival saranno previsti esibizioni, sfilate, coreografie insieme ai gruppi invitati da Sbandieratori di Palmanova: Gruppo storico Città di Palmanova, Gruppo storico Combusta Revixi di Corinaldo, Tamburi Medioevali di Cividale, Gruppo Sbandieratori di Cordovado, Dama Castellana di Conegliano, Sbandieratori di Feltre, Sbandieratori di Noale - Contrada Cerva, Sbandieratori Ducato di Parma, Sbandieratori di Spilimbergo e Tamburi di Venzone. L’incontro tra i diversi gruppi partecipanti promuoverà la valorizzazione dell’identità locale sui luoghi della Patria del Friuli.

 

Sarà possibile accedere a tutte le attività, dai laboratori agli spettacoli, previa prenotazione agli indirizzi del festival (betfestival.palmanova@gmail.com) indicando nome, cognome e numero di telefono.

 

INFO:

betfestival.palmanova@gmail.com

https://www.facebook.com/betfestival

https://www.instagram.com/betfestival/

www.betfestival.org