Paolo Mosanghini presenta il suo nuovo libro

Ultimo appuntamento con “Il giovedì dei libri” a Palmanova. Paolo Mosanghini presenta il suo nuovo libro: “Tre vedove (quasi)inconsolabili. Le scorribande di Teresa, Bianca e Maria con le inseparabili nonna Rosa e Ludmilla”. Biblioteca Civica, giovedì 23 luglio alle 21

 

Teresa, Bianca e Maria sono l’attrazione della spiaggia: 240 anni in tre, ma spavalde, divertite e divertenti come tre ragazzine. Sono infatti “Tre vedove (quasi)inconsolabili”, le protagoniste del nuovo lavoro di Paolo Mosanghini che giovedì 23 luglio, alle 21, nella Biblioteca Civica di Palmanova (via Loredan), chiuderà la rassegna “Il Giovedì dei libri”.  A presentare e moderare la serata la giornalista Elena Commessatti.

Uscito nelle librerie (per Gaspari Editore) solo due giorni fa, questo nuovo libro ripercorre “le scorribande di Teresa, Bianca e Maria con le inseparabili nonna Rosa e Ludmilla”. Le tre donne, da quando hanno perso i rispettivi mariti, hanno unito le solitudini per aggredire con un nuovo piglio la vita. Fanno sorridere e riflettere, ne combinano più di quante ne pensino. E sulla loro strada incrociano la badante Ludmilla e nonna Rosa. Sarà un nuovo atto della commedia in un'età che non è mai la terza, se ci si diverte come nella prima.

Paolo Mosanghini, nato a Udine, è laureato in Sociologia, giornalista, si definisce “curioso, osservatore già miope passato a lenti bifocali”.

Con la presentazione di “Tre vedove (quasi)inconsolabili. Le scorribande di Teresa, Bianca e Mariacon le inseparabili nonna Rosa e Ludmilla” si chiude anche il terzo appuntamento con la prima edizione della rassegna libraria “Il giovedì dei libri”.

“Abbiamo voluto chiudere con la sapiente ironia delle produzioni di Paolo Mosanghini. L’acuta analisi dell’essere umano, con i suoi vizi e virtù, calati nel vivere quotidiano. Uno spaccato sociale, un’analisi sociologica, un dipinto della nostra fragile umanità, capace di farci sicuramente sorridere”, commenta la vicesindaco e assessore alla cultura Adriana Danielis.

Che aggiunge: “Una rassegna, quella del giovedì, che sta ottenendo un’ottima risposta di pubblico. Più di 50 persone ad ogni incontro, interessante e curiose di incontrare gli autori e scoprire nuove letture. Una formula riuscita su cui puntare anche in futuro”.