“Il giovedì dei Libri” torna alla scoperta di angoli nascosti e storie di Trieste, Udine e Gorizia

Ospiti a Palmanova gli autori dei tre libri: Jelinčič, Medeossi e Covaz

 

Dopo l’ottimo risultato di pubblico del primo appuntamento, ritorna “Il giovedì dei libri” a Palmanova. Nella cornice della Biblioteca civica “A. Muradore”, giovedì 16 luglio dalle 21, tre autori (Dušan Jelinčič, Paolo Medeossi e Roberto Covaz) racconteranno gli angoli nascosti, le storie dimenticate e i fantasmi di altrettante città della nostra regione, Trieste, Udine e Gorizia.

Saranno infatti tre i libri oggetto dell’approfondimento: “I fantasmi di Trieste”, “La città che inizia per U”, “Gorizia capovolta” editi da Bottega Errante.

“Abbiamo voluto dedicare il secondo appuntamento di questa nuova rassegna alla parte più invisibile di tre città regionali, presentate attraverso una lente narrativa inedita e le storie di persone e luoghi meno conosciuti, avvolti da un che di misterioso. Una suggestione per scoprire, o riscoprire, luoghi noti con un’ottica diversa e inedita”, commenta la vicesindaco e assessore alla cultura Adriana Danielis

Che aggiunge: “Al primo appuntamento de “Il giovedì dei libri” abbiamo registrato oltre 50 persone. Un ottimo risultato, superiore alle aspettative, visto anche il particolare momento che stiamo vivendo. È stato interessante vedere come molte persone seguano con attenzione temi di così forte impatto civico come quelli presentati da Luana De Francisco e Ugo Dinello nel loro libro. La Biblioteca Civica viene così sempre più valorizzata e resa un polo culturale a vantaggio di tutta la città”.

“Il giovedì dei Libri” è unanuova rassegna di eventi dedicati alla lettura e alla presentazione di nuove pubblicazioni, con una particolare attenzione all’editoria regionale.

Il terzo e ultimo appuntamento sarà il 23 luglio, quando verrà presentato il nuovo lavoro di Paolo Mosanghini, “Tre vedove (quasi) inconsolabili. Le scorribande di Teresa, Bianca e Maria”, presentato da Elena Commessatti.