Centri estivi a Palmanova. Partenza il 22 giugno 2020. Richiesta contributi entro il 15 giugno.

Dal Comune 10.000 euro alle Associazioni e 30.000 euro alle famiglie. Martines: “Un aiuto concreto e diretto alle famiglie”

 

Sono stati approvati oggi, dalla Giunta comunale, i criteri per la concessione dei contributi relativi ai Centri Estivi, dedicati alle associazioni organizzatrici e alle famiglie dei bambini iscritti. Sono stati messi a disposizione 40.000 euro totali, di cui 10.000 per i quattro gestori di centri estivi che hanno aderito alle iniziative comunali (Parrocchia di Palmanova, Scuola Regina Margherita, Associazione tennis Club nova Palma e Associazione Sunshine Club) e i restanti 30.000 destinati ad aiutare le famiglie con redditi più bassi.

“Abbiamo attivato con la massima rapidità i centri estivi e allo stesso tempo abbiamo cercato di dare, con questi contributi, un aiuto concreto e diretto a gestori e famiglie. Sappiamo le difficoltà a cui vanno incontro i genitori in questo periodo complesso. Le regole sanitarie imposte per l’organizzazione dei centri estivi sono molto stringenti e comportano aumenti notevoli nei costi organizzativi. Per questo siamo dovuti intervenire per fornire tutti i mezzi possibili per supportare queste iniziative”, commenta il Sindaco di Palmanova Francesco Martines, assieme alla vicesindaco e assessore all’istruzione Adriana Danielis.

“Ci siamo riservati di incrementare ulteriormente questi fondi, nel caso in cui la Regione FVG o lo Stato decidessero di erogare contributi per queste attività. Ringraziamo, fin da subito, le associazioni che stanno intesamente lavorando per permettere la realizzazione dei centri estivi”.

Il contributo previsto per le famiglie sarà di 40 o 25 euro a bambino a settimana, per un massimo di quattro settimane, da assegnare secondo criteri di reddito. La domande dovranno essere presentate entro il prossimo 15 giugno 2020 attraverso la compilazione dell’apposito mudulo (scaricabile dal sito del Comune www.comune.palmanova.ud.it) e l’invio all’indirizzo  protocollo@comune.palmanova.ud.it o la consegna all’Ufficio servizi scolastici del Comune, al primo piano con accesso dal salone d’onore (10-11-12 giugno, dalle 9.30 alle 14.30, 15 giugno dalle 9.30 alle 18).

Potranno accedere ai contributi i nuclei familiari in cui almeno un genitore è residente nel Comune di Palmanova (o domiciliatario, senza dimora a carico del Comune, richiedente Asilo o titolare di permesso di protezione umanitaria) e che abbiano percepito nel periodo da marzo a maggio 2020 redditi lordi fino a 7.500 euro (contributo di 40 euro a bambino a settimana) o fino a 10.500 euro (contributo di 25 euro a bambino a settimana). Sarà inoltre necessario avere iscritto o voler iscrivere i propri figli a un centro estivo organizzato a Palmanova da uno dei soggetti gestori aderenti e non fruire di altra agevolazione legata all’emergenza da covid-19 per la stessa tipologia di servizio (a titolo esemplificativo il Bonus baby-sitting”).

Per la associazioni è previsto un contributo di 10 euro a bambino, residente a Palmanova,  a settimana, per un massimo di quattro settimane (fino a esaurimento fondi), da erogare a tenuto conto degli iscritti che hanno frequentato il centro estivo. Le associazioni dovranno presentare domanda entro il 22 giugno 2020.

 

DOMANDE FREQUESTI SU CONTRIBUTO PER CENTRI ESTIVI

1) Tra le agevolazioni incompatibili con il contributo per la partecipazione ai centri estivi rientra anche l’eventuale congedo parentale straordinario per Covid?
L’aver usufruito di giorni di congedo per Covid in periodo antecedente alla domanda non rileva ai fini dell’assegnazione del contributo per i centri estivi. Non è invece consentito usufruire di congedo per Covid in periodo coincidente con la partecipazione al centro estivo.

2) Le entrate da dichiarare nella domanda includono anche gli assegni familiari e il premio presenza Covid di marzo?
Nella domanda di accesso ai benefici per la partecipazione ai centri estivi vanno indicate tutte le entrate percepite tra l’1/03/2020 e il 31/05/2020, e dunque anche eventuali assegni familiari e bonus percepiti in busta paga.
Per ogni entrata, inoltre, vanno specificati tipologia ed importo, al fine di una corretta e precisa valutazione in sede di istruttoria.
E’ importante conservare la documentazione probatoria dei dati indicati, in modo da riuscire eventualmente a giustificare, in sede di controllo, quanto dichiarato.

3) Sono un lavoratore autonomo. Quali redditi devo dichiarare?
I lavoratori autonomi dovranno indicare il totale di tutte le entrate della propria attività per il periodo marzo-maggio 2020 e quello di tutte le spese sostenute nello stesso trimestre.
Dovranno essere indicate tutte le eventuali ulteriori entrate del periodo (a mero titolo esemplificativo: rendite da affitti, assegni di mantenimento, bonus autonomi o altre agevolazioni)

4) Il beneficio è erogato direttamente alle famiglie?
No, il beneficio viene liquidato ai gestori dei centri estivi, che si sono impegnati a ridurre la quota d’iscrizione richiesta alle famiglie dell’importo corrispondente al contributo eventualmente erogato dal Comune.
FAQ aggiornate all’11/06/2020.