Comune e Forum Giovani in aiuto a Venezia

Domenica 24 raccolta fondi in Piazza Grande

Trino: “La salvaguardia dell’ambiente sia una priorità”

 

Domenica 24 novembre doppio appuntamento in Fortezza: oltre alla Mezza Maratona Città di Palmanova, cittadini e ospiti avranno la possibilità di fare la propria parte per aiutare Venezia e il suo patrimonio. L'assessorato alle politiche giovanili accoglie la proposta dei ragazzi del Forum Giovani della città stellata e organizza, in Piazza Grande, una raccolta fondi nata per fornire un contributo concreto alle opere di restauro che prenderanno il via nella città lagunare. 

Il Sindaco di Palmanova Francesco Martines: “Abbiamo purtroppo assistito a momenti drammatici e che colpiscono profondamente. È nostro dovere, della nostra città come di tutta la regione Friuli Venezia Giulia, mandare un messaggio di vicinanza alla gente di Venezia e al suo Sindaco così come attivare forme concrete di aiuto per fare in modo che la situazione torni al più presto alla normalità”.

E aggiunge: “Palmanova, costruita proprio dai veneziani nel 1593, come avamposto difensivo di terra della Serenissima, ha sempre mantenuto un forte legame con Venezia. La salvaguardia della nostra storia deve diventare una priorità assoluta dell’azione di governo, sia per ricordare ciò che eravamo sia per valorizzarne le bellezze in chiave turistica”.

E conclude Thomas Trino, assessore alle politiche giovanili: “Sia io che il Sindaco siamo particolarmente legati a Venezia, avendo entrambi studiato a Ca' Foscari e avendo vissuto in prima persona il problema dell'acqua alta. La questione ambientale e di salvaguardia del nostro pianeta deve essere una priorità dell’agenda politica mondiale. Ciò che sta succedendo a Venezia è la dimostrazione che il tempo stringe e che dobbiamo agire in fretta.

Palmanova farà la sua parte per definire politiche che incidano direttamente sulla vita dei cittadini in tema di sostenibilità energetica, ambiente, cambiamenti climatici, consumo del suolo, partecipazione attiva dei cittadini alla cosa pubblica”.